MOHE. Mobile health for the future

  • Anno: 2011
  • Responsabile di progetto: Francesca Piredda, Fiammetta Costa

Obiettivo del progetto MOHE è lo sviluppo di scenari d’uso delle tecnologie di telefonia mobile applicate alla salute e alla cura della persona. Gli scenari, sviluppati da gruppi interdisciplinari composti da designer, bio-ingegneri e medici specialisti in seguito a interviste e focus group, si riferiscono a 4 differenti tipologie di utenti: anziani (tecnologie e servizi a supporto della memoria), future mamme (supporto psicologico), adulti attenti al benessere, bambini con problemi di salute cronici. Ciascuno è stato messo in scena attraverso un video-scenario. Le 4 storie e i 4 personaggi sono legati fra loro: Charles è il nonno di Stella (12 anni); Bob (un professionista di 40 anni) è il marito di Nicole (la donna incinta) e hanno un figlio di 3 anni.

I device tecnologici del futuro sono rappresentati da solidi luminescenti in 3D, compostati sulle riprese degli attori dal vero. Le scene sono girate in croma key e le scenografie composte da pochi oggetti reali. Le azioni rappresentano le soluzioni offerte dai servizi ipotizzati, mentre l’infografica porta l’attenzione sui dati, le caratteristiche tecniche e le funzionalità delle tecnologie. 

Autori: Fiammetta Costa (responsabile) con Hyojin Nam, Giuseppe Andreoni, Pelin Arslan, Nils Faber, Marcello Fusca, Sabrina Muschiato, Paolo Perego, Maximiliano Romero.
Video-scenari: Francesca Piredda (coordinamento) con Davide Grampa, Matteo Bonera, Gabriele Carbone, Laura Grasseni, Francesca Pasini, Corrado Crisciani.

Altri progetti della stessa tematica